giovedì 27 agosto 2009

Volare!!!

Oh oh, volareee!!!! Oh oh, cantare!!!! Un piccolo collage fatto con particolari dei miei dipinti! Non è poi così difficile volare! Si possono usare i palloncini, gli aquiloni, gli aeroplanini, le mongolfiere, gli ombrelli...perfino le bolle di sapone! Oppure......solo la fantasia!

cliccate sull'immagine per ingrandirla

lunedì 24 agosto 2009

Peperoncini

Anche se non sono assolutamente un'esperta, so che esistono moltissime varietà di peperoncini piccanti...mi piacciono molto, soprattutto per i loro colori...
....ecco alcune piantine, si incominciano a vedere i primi peperoncini maturi...

...guardate che belle tonalità di rosso, arancio, giallo...

...ecco bambini e peperoncini....

...in mezzo a dei libri, in un trompe l'oeil dipinto alcuni anni fa...

venerdì 21 agosto 2009

I suoni del silenzio

Con un caldo simile, l'unica immagine che mi va di postare è questa! Mi sembra quasi di stare meglio guardandola....Il verde ed il blu sono colori rilassanti...e la neve che scende....bè, la neve... è sempre un po' magica!

...cliccate sull'immagine per ingrandirla

sabato 15 agosto 2009

Eccolo, il gatto!!!!

Nell'arca il gatto non c'è! L'abbiamo cercato ovunque...ed ecco...finalmente l'abbiamo trovato!!!!
...che gioca con una farfalla tra cachi e girasoli.... ...accucciato pigramente su un davanzale durante un rosso tramonto.... ...seduto sul divano, pensoso e concentrato....

giovedì 13 agosto 2009

L'arca degli angeli

E' stato un po' impegnativo, ma nello stesso tempo divertente, dipingere tutti questi animaletti....ehi, ma dove se n'è andato il gatto???

martedì 11 agosto 2009

Le matrioske

"Il termine Matrioska deriva dal latino "mater". Le matrioske sono nate tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 nel laboratorio per giocattoli del famoso artista Mamontov, nella cittadina di Sergev Posad a 40 km da Mosca. Mamontov era alla ricerca di nuove immagini per nuovi giochi e guardava soprattutto al Giappone come fonte di idee. E proprio da questo Paese giunse nel 1890 il progetto di una bambola di legno. Subito i maestri più bravi la realizzarono: nacque così la prima matrioska, ora conservata al Museo del Giocattolo di Sergev Posad. Le matrioske più classiche , che rappresentano una contadina, riflettono un significato culturale. La donna in Russia ha un carattere molto forte. In fatto di contenere al suo interno altri piccoli oggetti richiama il concetto di fertilità. Nata come giocattolo, la matrioska divenne ben presto un simbolo della Russia. Presentata all'Esposizione Internazionale di Parigi nel 1900, il suo successo fu immediato."
Queste bamboline di legno così particolari e colorate che se ne stanno una dentro all'altra, mi piacciono davvero tanto!
Ecco la mia piccola collezione di matrioske.... ..ed ecco "L'alba delle matrioske"....con la sua minuscola filastrocca... " Allo scoccare di un magico sorriso, escono i bimbi disegnando un paradiso,
e non ci son steccati nei giardini, sol girasoli, bacche e mandarini,
non ci son toni oppure tinte fosche, coloran l'alba gialla le allegre matrioske!"

martedì 4 agosto 2009

Magico volo

Guardandolo mi viene in mente.."il silenzio"....il titolo sarebbe potuto essere anche questo. E' solo una parte, un particolare..il dipinto è molto più lungo....è un paesaggio tranquillo e pacato, ma i bimbi sono presenti, tutti col loro berrettino in testa, volano verso chissà dove.....un volo sicuramente magico! Con questo caldo, un pensierino alla neve....non è male!

sabato 1 agosto 2009

Folletti

"Il termine folletto, così come l'espressione piccolo popolo o spiritello (per esempio spiritello dei boschi), si riferisce a minuscole creature magiche del folklore, mediterraneo, europeo e nordico. Il folletto è un personaggio fantastico della tradizione popolare che vive nelle fiabe e nelle leggende, identificato originariamente con un essere buffo e grottesco, veloce e sfuggente, piccolo e agile, ma anche con una creatura invisibile, un turbine di vento, un misterioso burlone che intreccia le criniere e i capelli. Abita in tane nei boschi di conifere o presso le case degli uomini, nei cortili e nei granai, esce quasi sempre solo di notte per divertirsi a fare dispetti alle bestie delle stalle e a scompigliare i capelli delle belle donne, a disordinare gli utensili agricoli e gli oggetti delle case e a molestare le persone povere di spirito."
...secondo me, un folletto è così!......
....e così!.....